Aeros, luce tra Bisanzio e Fibonacci

Partner produttivi

Redazione
19 maggio 2022 di Luigi Luca Borrelli
346      23

TERENZI SRL è stata protagonista negli anni Duemila di numerosi progetti nel campo dell'illuminazione: questi hanno investito una trasversale idea di Design e comprendono differenti nature e stili.

Uno tra i più esteticamente raffinati riguarda la lampada a sospensione Aeros di Targetti Poulsen, ricercato connubio tra “grazia” e tecnicismo.

Il britannico Designer industriale Ross Lovegrove intendeva creare un oggetto etereo che desse un senso di agilità nonostante le dimensioni rilevanti, sfida questa indubbiamente ardua.

Aeros venne ideata con due parti in alluminio anodizzato: unite davano per risultato un design curvilineo, perforate rendevano un'elaborata maglia di ricami circolari contigui. Ispirandosi alla natura, il motivo della trama superficiale conteneva tuttavia anche rimandi alle antiche decorazioni bizantine, civiltà che si considerò unica erede dell'Impero romano fino alla conquista turca di Costantinopoli avvenuta nel 1453. Anche nell'aspetto viene coniugato il fattore storico-umanistico con quello logico-scientifico, in quanto la fisionomia è correlata alla sequenza numerica di Leonardo Fibonacci del 1202 legata alla spirale logaritmica. Questa successione numerica, esposta nel Liber abbaci dal matematico pisano, prevede che ciascun numero sia la somma dei due precedenti, eccetto lo 0 e l'1, i primi due. Parliamo dunque di Organic Design e di un Design attratto dai frattali, facente perno sulla natura e sui rapporti numerici che la regolano. Tale struttura caratterizza la propagazione della luce attraverso un'emissione orizzontale; questa è diffusa verso il basso e soffusa verso l'alto e inoltre le caratteristiche ombre vengono proiettate dalle trine in alluminio che ne ripropone le forme di cui si parlava.

Ecco come dunque una lampada ha in sé molteplici simboli e significati studiati nel dettaglio che spesso i nostri occhi disattenti tendono a non cogliere.

Nella fattispecie, a TERENZI SRL è stato richiesto tra il 2007 e il 2009 di ingegnerizzare, prototipare e produrre Aeros. L'alluminio, materiale indicato e prescelto da Lovegrove per la sua leggerezza, è stato lavorato attraverso le fasi di imbutitura, tranciatura, taglio e piega, per poi essere anodizzato per ottenere non senza problematicità e sperimentazioni una cromia Golden Sand, mentre la struttura circolare è invece stata ottenuta attraverso la congiunzione di parte inferiore e superiore ricavate da stampo. La lampada ha rappresentato uno dei progetti più complessi gestiti da TERENZI SRL, tanto che la progettazione e costruzione dello stampo, l'industrializzazione e la prototipazione successive erano state rifiutate da altre realtà proprio per difficoltà esecutiva.

Questa lampada desta un senso di fluttuazione e l'apparente stadio di sospensione in uno spazio e in un tempo indefinito proprio per la modalità di propagazione della luce cui si accennava poc'anzi - le conferiscono una dimensione “mistica”. D'altra parte la parola greca aéros significa aria.

  • Riqualificando Cordusio.

    ORIGINALI

    Riqualificando Cordusio.

    LEGGI

    24 giugno 2022 - by Luigi Luca Borrelli

  • Design in stile Lagom

    BELLESSERE

    Design in stile Lagom

    LEGGI

    22 giugno 2022 - by Valentina Dago

  • Applique per illuminare

    INTERIOR DESIGN

    Applique per illuminare

    LEGGI

    20 giugno 2022 - by Luigi Luca Borrelli

  • è online!

    INTERIOR DESIGN

    è online!

    LEGGI

    17 giugno 2022 - by La Redazione TBlog

  • Planium: l'arte del metallo

    ORIGINALI

    Planium: l'arte del metallo

    LEGGI

    03 giugno 2022 - by La Redazione TBlog